Crea sito

Come ridurre gli sprechi

Con alcuni accorgimenti è possibile ridurre il consumo idrico domestico anche del 50% senza ridurre la qualità della vita. Anzi, provate ad adottare questi piccoli gesti quotidiani per un anno e poi a fare il confronto delle bollette e magari con i soldi risparmiati toglietevi una piccola soddisfazione.

1. Non aprire i rubinetti al massimo e non lasciare scorrere l’acqua inutilmente.


2. Chiudere l’acqua mentre ci si strofina i denti
 

3. Per radersi riempire una bacinella anzichè lasciare scorre l’acqua


4. Lavare i piatti in un catino o nella vasca del lavandino senza far scorrere continuamente l’acqua. In questo modo si risparmia anche detersivo. Chiudere l’acqua ogni volta che si interrompe il risciacquo.


5. Fare la doccia anziché il bagno, cos’ si risparmiano anche 50 litri di acqua. Naturalmente non va tenuta aperta l’acqua mentre ci si insapona. Se non si hanno problemi di salute, ogni tanto fa bene anche una doccia fredda.


6. Usare la lavatrice e la lavastoviglie solo a piena carico. Si usa la stessa acqua che con carichi ridotti, ma alla fine si fanno meno lavaggi. Con questo piccolo accorgimento una famiglia di 3 persone può risparmiare fino a 8000 litri di acqua in un anno. Un ciclo di lavaggio a 30° richiede circa 80 litri di acqua, a 90° ne serve quasi il doppio.


7. Limitare i lavaggi dell’auto (magari lasciarla fuori quando piove), e usare il secchio anziché il tubo. Si possono risparmiare fino a 150 litri.


8. Lavare le verdure lasciandole a bagno in una bacinella anziché sotto l’acqua corrente. Sotto il rubinetto si possono sciacquare velocemente alla fine. Una famiglia di 3 persone può risparmiare anche 4500 litri in un anno.


9. L’acqua in cui sono state lavate le verdure può essere usata per annaffiare l’orto o i fiori.


10. Al comune si può chiedere di dotare le fontanelle pubbliche di rubinetti antispreco (quelli che si chiudono da soli).


11. Possibilmente raccogliere l'acqua piovana da usare per l'irrigazione. tra l'altro è un'acqua migliore per orti e giardini perché non lascia concentrare sali nel terreno.


12. Se si fa scorrere l'acqua in attesa che arrivi quella calda, anzichè sprecarla raccoglierla in un secchio per altri usi